Impara a conoscere il tuo bambino

È finalmente arrivato il momento che hai tanto atteso negli ultimi nove mesi: vedere per la prima volta il tuo bambino e imparare a conoscerlo! Cosa vedono, sentono e provano i neonati? Cosa proverai per il nuovo arrivato e come si svilupperà il vostro legame?
L'aspetto del neonato

Qual è l'aspetto del neonato

I neonati possono sembrare un po' strani: alla nascita possono avere la testa schiacciata, essere rugosi e presentare perfino dei lividi. Alcuni hanno i cosiddetti "segni della cicogna", macchie rosse che spariscono dopo qualche giorno. Le mani e i piedi possono apparire bluastri. Tutto ciò è perfettamente normale; nei giorni immediatamente successivi al parto, la pelle si ammorbidisce, la testa si arrotonda e la vernice caseosa – la sostanza biancastra che ha protetto la pelle del bambino nella pancia – inizia a sparire.

I sensi del neonato

Cosa possono vedere, sentire e provare i neonati

Al momento della nascita, i bambini possono vedere in bianco, nero e grigio, ma mettono a fuoco solo ciò che si trova a una distanza non superiore a 25 centimetri. Riescono a vedere il tuo viso quando li tieni in braccio e possono anche rispondere al tuo sguardo per qualche momento.

I neonati sentono i rumori forti e reagiscono ad essi, ma sembrano preferire i toni di voce morbidi. Poiché riconosce la tua voce, sentirti parlare facilita lo sviluppo di una relazione bidirezionale, un aspetto importante per le future competenze sociali. A prescindere da ciò che dici, il neonato reagirà meglio a una voce gentile e cantilenante.

Il neonato può già afferrare: prova a toccargli il palmo della mano o ad accarezzargli i piedini.

È anche in grado di percepire gli odori: riconosce l'odore del tuo corpo e questo lo fa sentire più sicuro. Dopo la nascita, tieni il bambino a contatto con la tua pelle e allattalo prima di farti la doccia.

Gioca e comunica con tuo figlio per tutto il tempo che ti è possibile. I bambini amano essere abbracciati perché sono abituati a stare nello spazio limitato della pancia, e perciò essere cullati li fa sentire al sicuro.

Pelle a pelle

Contatto pelle a pelle con il neonato

Per il neonato, il tatto riveste un'importanza straordinaria. Per questa ragione è bene che il bambino sia lasciato sulla pancia della mamma subito dopo il parto. Questo stare pelle a pelle aiuterà a instaurare il vostro legame e ad aumentare la capacità di conforto quando il bimbo è infastidito. Ricorda che il bambino ama essere toccato, e questo fattore riveste un'assoluta importanza per il suo sviluppo emotivo.

Come creare il legame con il tuo neonato

Gli esperti dell'infanzia descrivono il legame tra madre e bambino come un intenso sentimento di attaccamento che si sviluppa tra i due. Puoi percepire un senso di amore e affetto quasi travolgente e un fortissimo desiderio di protezione e cura nei suoi confronti. La formazione di questo legame è un'esperienza fortemente personale e non è il caso di preoccuparsi se non si instaura immediatamente. Ricorda sempre che il tuo bambino è una persona totalmente nuova e che, per quanto delizioso possa essere, avrai bisogno di tempo per imparare a conoscerlo. Un vero legame genitore-figlio si sviluppa e consolida solo con la cura del bambino.

Fondamentalmente i genitori devono imparare a prendersi cura del bambino, a stargli vicino, a parlargli, ad abbracciarlo e a cullarlo. In questo modo aumenta la sicurezza del genitore e si offre al neonato uno straordinario strumento emotivo con il quale iniziare la vita. Per qualsiasi dubbio o domanda, non esitare a contattare un consulente sanitario o l'ostetrica.

 

Prodotti utili
Prodotti utili
Ulteriori informazioni
Ulteriori informazioni

Ritorno a casa con il neonato: cosa aspettarsi

Leggi tutto

Trovare un consulente per l'allattamento

Leggi tutto