Cos'è il latte di transizione?

Nelle prime due settimane di vita del tuo bambino la composizione del tuo latte materno cambia radicalmente. Scopri le straordinarie proprietà di questo latte di transizione

Transitional milk for baby

Nessun giorno con il tuo neonato sarà uguale all'altro; lo stesso vale per il tuo latte materno. Quando avviene la montata lattea il tuo seno può crescere fino a dimensioni che non avresti mai potuto immaginare e continua a cambiare anche all'interno. Durante la prima settimana le cellule che producono latte (e il modo in cui si collegano tra di loro) si modificano per l'allattamento continuo.1 Da allora fino intorno alla seconda settimana, il latte che producono è chiamato latte di transizione.2

"Con l'espulsione della placenta il livello di progesterone (l'ormone della gravidanza) della madre inizia a diminuire rapidamente", spiega il Prof. Peter Hartmann, una delle principali autorità sulla composizione del latte materno della University of Western Australia. "Con il diminuire del progesterone aumenta la sintesi del latte e si sviluppa una composizione più "normale" del latte materno, sebbene occorrano due settimane per la sua maturazione".

Fasi del latte materno: una fase intermedia

Se il colostro è il "primo" alimento del tuo bambino e il latte maturo è il suo alimento a lungo termine, il latte di transizione rappresenta il ponte tra i due.

Queste possono essere considerate tre diverse fasi del latte materno, anziché tre tipi di latte distinti. Gli ingredienti di base rimangono gli stessi per tutto il periodo dell'allattamento, ma i loro livelli salgono o scendono a seconda delle circostanze. È durante questo periodo di transizione che cambiano di più, su base giornaliera, proprio come cambiano le esigenze del tuo bambino. 

Il tuo latte cambia perché è pieno di componenti bioattivi, tra cui cellule, ormoni e batteri utili. Quando il latte maturo "subentra" non si tratta di un semplice cambiamento. Al contrario, i cambiamenti sono messi a punto per soddisfare le esigenze di sviluppo del tuo bambino.3,4

"Il volume di latte che la madre produce incide notevolmente sulla composizione del latte materno", afferma il Prof. Hartmann. "Quando la produzione è molto bassa, il latte presenta una composizione diversa rispetto a quando la produzione aumenta".

Il latte di transizione: aumento della quantità

Quando il tuo bambino cresce comincia rapidamente ad avere bisogno di mangiare di più e di un equilibrio diverso di sostanze nutritive. Anche la quantità di latte che produci in questo periodo aumenta drasticamente: puoi produrre 600 o 700 ml nelle 24 ore, rispetto alla piccola quantità di colostro che hai prodotto all'inizio.5

"I componenti del latte di ciascuna specie sono specifici per soddisfare le esigenze dei propri piccoli"

In questo momento il tuo seno si trova in modalità "sviluppare la produzione", e apprende la quantità di latte necessaria alle esigenze del tuo bambino. Anche il seno infatti sta diventando più maturo, proprio come il tuo latte. Rispetto al colostro nel latte di transizione sono presenti livelli più elevati di grassi e di lattosio, uno zucchero naturale da cui il tuo bambino trae energia.2

"I livelli di lattosio aumentano improvvisamente due o tre giorni dopo la nascita", spiega il Prof. Hartmann. "Inoltre, si verificano anche variazioni del contenuto di grassi, poiché il latte inizia a contenere più acidi grassi a catena media C10 e C12. Oltre a essere una fonte di energia metabolizzata rapidamente, si ritiene che abbiano effetti antivirali. Inoltre, il sodio e il cloruro diminuiscono a livelli molto bassi in questo momento; di conseguenza, il latte presenta un ridotto contenuto di sale".

Proteine: ottenere il giusto equilibrio

Anche il contenuto proteico del tuo latte materno cambia. Nel latte umano sono presenti due classi di proteine: la caseina e il siero di latte. La caseina si trasforma in solido (latte cagliato) quando incontra l'acido nello stomaco del tuo bambino e può aiutarlo a sentirsi sazio più a lungo. Inoltre, ha proprietà antimicrobiche. Il siero è ricco di anticorpi e rimane liquido, quindi è più facile da digerire (caratteristica particolarmente importante per i neonati). Man mano che l'intestino del tuo bambino diventa più resistente durante la fase di transizione, le proporzioni di siero e di caseina nel latte variano da circa 90:10 nel colostro, a 60:40 dopo un mese (e 50:50 se si continua ad allattare per un anno).6

Questo equilibrio di proteine è la miscela ideale per l'essere umano, poiché il nostro corpo cresce a un ritmo relativamente lento, mentre il cervello aumenta in dimensioni e complessità. Inoltre, fornisce tutti gli amminoacidi di cui il tuo bambino ha bisogno per il corretto funzionamento del cervello, degli occhi e degli altri organi.

La quantità di proteine del siero di latte nel latte materno è significativamente superiore a quella presente nel latte di altri mammiferi. Le proporzioni di siero di latte e della caseina nel latte di mucca sono opposte. 20:80 (per questo non è adatto ai bambini di età inferiore a un anno.7

"Il latte ha una finalità specifica", illustra il Prof. Hartmann. "Sebbene in tutte le tipologie di latte siano presenti determinati componenti (quali proteine e grassi), quando si iniziano ad analizzare le proteine e i grassi riscontrati è possibile capire da quale animale provenga il latte. "I componenti del latte di ciascuna specie sono specifici per soddisfare le esigenze dei propri piccoli".

Variazione dei livelli di protezione del latte di transizione

Sebbene sia ancora piccino, nelle prime due settimane il tuo bambino inizia già a sviluppare il proprio sistema immunitario e necessita di una minore protezione immediata da parte tua.

Di conseguenza, la concentrazione di enzimi e anticorpi protettivi nel tuo latte cambia. Alcuni, tra cui la lattoferrina (un enzima protettivo) e l'sIgA (un anticorpo) diminuiscono, mentre altri, come il lisozima (enzima battericida), aumentano.8

"In realtà, anche il contenuto proteico del latte diminuisce in questo periodo", sottolinea il Prof. Hartmann. "Le proteine protettive vengono sintetizzate alla stessa velocità, ma sono diluite dai maggiori volumi di latte prodotto".

Anche la concentrazione di minerali, quali zinco, rame e manganese (che aiutano a sostenere il sistema immunitario del bambino), diminuisce di pari passi con l'aumento del suo livello di immunità.9

Quando il latte materno diventa completamente maturo

Durante il periodo di transizione la composizione del tuo latte materno cambia notevolmente. Entro la fine del primo mese il tuo latte diventa completamente maturo. Questo significa che è adatto per il tuo bambino seguendone la crescita. Successivamente la sua composizione non cambierà più così tanto, sia che continui ad allattarlo per pochi mesi, un anno o ben oltre...

Vuoi saperne di più? Leggi il nostro ebook gratuito La straordinaria scienza del latte materno o consulta il nostro articolo sul latte maturo.

Bibliografia