Latte materno e latte in polvere a confronto: quanto sono simili?

Quando decidi come alimentare il tuo bambino, sapere cosa contengono il latte materno e il latte in polvere, la differenza di costo, e l'impatto che hanno sulla salute e sul sonno può aiutarti a fare una scelta consapevole

Breast milk versus formula dad and baby

Iniziamo confrontando il latte materno con il latte in polvere. Per certi versi il latte in polvere è simile a quello materno: entrambi forniscono energia, idratazione e sostanze nutritive, pertanto il tuo bambino crescerà qualsiasi latte gli venga somministrato.

Tuttavia, nonostante i progressi nella formulazione e nella produzione di latte in polvere per bambini, esso non è in grado di eguagliare i benefici per la salute offerti dal latte materno. Il latte umano si è evoluto nell'arco di milioni di anni per essere l'alimento perfetto per i neonati umani. È molto più complesso del latte di altri mammiferi, poiché permette lo sviluppo del nostro cervello più complesso, nonché del nostro sistema digestivo e di quello immunitario unici nel proprio genere.

Al contrario, il latte vaccino da cui viene prodotta la maggior parte del latte in polvere soddisfa le esigenze specifiche dei vitelli. Non è sicuro per i bambini umani; pertanto, durante la trasformazione in latte artificiale per neonati deve subire notevoli procedure lavorazione.

"Sapevi che il contenuto di sale [sodio] nel latte vaccino presenta livelli di tossicità per i neonati?" afferma il Prof. Peter Hartmann, esperto di fama internazionale di allattamento al seno e produzione di latte, presso la University of Western Australia.

"In realtà, all'inizio degli anni '80 del '900 era noto che il latte vaccino fosse tossico per gli animali da laboratorio, come conigli o ratti. Al giorno d'oggi, se un composto è tossico per gli animali da laboratorio non viene sottoposto a studi farmacologici. Così, in base agli standard attuali, non sarebbe stato ammissibile produrre il latte in polvere! Al contrario, il latte materno presenta concentrazioni molto basse di sodio".1

Cosa contiene il latte materno?

Dal colostro che ricopre e protegge la mucosa gastrica del tuo neonato al latte maturo che aiuta il tuo bambino a crescere forte, ogni goccia del tuo latte materno contiene migliaia di componenti benefici, quali:

  • anticorpi per la protezione dalle malattie2
  • ormoni che favoriscono il legame materno e regolano l'appetito3
  • cellule staminali che sostengono lo sviluppo e la riparazione di organi4
  • globuli bianchi che combattono le infezioni5
  • batteri benefici che proteggono il sistema digestivo del bambino6
  • prebiotici chiamati oligosaccaridi che promuovono la salute dell'intestino7
  • acidi grassi a catena lunga che favoriscono lo sviluppo del cervello, del sistema nervoso e degli occhi del tuo bambino8,9
  • enzimi che sostengono il suo sistema digestivo e quello immunitario2
  • nucleotidi e ormoni che favoriscono lo sviluppo di un regolare ritmo sonno-veglia10

Uno dei vantaggi del latte materno rispetto a quello in polvere è che si tratta di un fluido vivente capace di adattarsi alle mutevoli esigenze del tuo bambino. Pertanto, quando il tuo bambino si ammala, il tuo corpo produce globuli bianchi e anticorpi supplementari che viaggiano nel tuo latte e aiutano a combattere l'infezione.5

"Le proprietà protettive del latte materno sono fondamentali oltre che una caratteristica unica nell'evoluzione della lattazione", spiega il Prof. Hartmann. "Tuttavia, data la complessità del latte materno, non abbiamo ancora i dati necessari per capire la portata di tutti gli elementi protettivi e il rispettivo ruolo.

"Prendiamo gli oligosaccaridi per esempio; ne esistono più di 200.11 Costituiscono il terzo componente più abbondante del latte materno; eppure, abbiamo un'idea molto vaga di ciò che fanno! Probabilmente hanno strutture molto complesse che li rendono affini a particolari proteine in modo che quando l'oligosaccaride e la proteina si uniscono ottengono effetti biologici.

"In realtà, se non ne sai molto non occorre perderci troppo tempo! Il latte materno è l'alimento normale". Per ulteriori informazioni sul latte materno leggi il nostro articolo Che cosa contiene il latte materno?

Cosa cosa contiene il latte in polvere?

Gli ingredienti variano a seconda della marca e del paese; ad ogni modo, di solito il latte in polvere per neonati è composto da latte vaccino scremato lavorato con emulsionanti e stabilizzanti aggiunti per aiutare gli oli e l'acqua a mescolarsi quando prepari la pappa. Può anche contenere:

  • lattosio (uno zucchero naturale presente nel latte) e/o altri zuccheri come sciroppo di mais, fruttosio o maltodestrina
  • oli vegetali, come l'olio di palma, colza, cocco, girasole e soia
  • acidi grassi, solitamente derivati dall'olio di pesce
  • vitamine e minerali di origine vegetale e animale
  • alcuni enzimi e aminoacidi
  • probiotici (in alcuni tipi di latte in polvere)

NB I tipi di latte in polvere diversi destinati ai bambini, come il latte di capra, ipoallergenico e di soia, possono presentare un diverso mix di ingredienti.

"Gli scienziati hanno dimostrato che il latte materno contiene oltre 1.000 proteine; le migliori aziende produttrici di latte in polvere stanno cercando di moltiplicarne soltanto una o altre", spiega il Prof. Hartmann.12 "Inoltre, sono appena riuscite a sintetizzare solamente alcuni dei numerosi oligosaccaridi presenti nel latte materno. Quindi, copiare un paio di proteine e oligosaccaridi non permette di replicare il latte materno!

"Per quanto riguarda il latte vaccino, è necessario aggiungere una quantità superiore di proteine per portare il numero di aminoacidi al livello di cui il bambino ha bisogno", continua. "Tuttavia, tali proteine vengono metabolizzate e scomposte in componenti che possono essere convertiti in grassi.

"Questo è uno dei problemi del latte in polvere, sebbene i bambini se la cavino piuttosto bene. Spesso, i genitori pensano di fare del bene ai propri neonati somministrandogli latte in polvere, perché crescono moltissimo; in realtà, questo potrebbe non essere un bene per la loro salute a lungo termine.13 Pertanto, le aziende che producono latte in polvere attualmente stanno provando a ridurre i livelli proteici nel latte prodotto per evitare che i bambini ingrassino troppo".

Latte materno e latte in polvere a confronto: vantaggi per la salute

Al momento di decidere se somministrare al tuo bambino latte materno o in polvere analizza la situazione nel suo complesso. Il latte materno non è soltanto un alimento: svolge un'importante funzione protettiva, riduce la probabilità del tuo bambino di soffrire di diarrea, gastroenterite, infezioni all'orecchio, raffreddori, influenza e mughetto e dimezza il suo rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).14-16,17

Avrai sentito dire che allattare al seno il tuo bambino migliora le sue possibilità di andare bene a scuola; tuttavia, sapevi che l'allattamento è stato associato anche a un comportamento, a una vista e a un allineamento dentale migliori?181920 21 Un bambino allattato al seno presenta inoltre un minor rischio di obesità e sono inferiori anche le sue possibilità di contrarre il diabete di tipo 1 e 2 e alcuni tipi di cancro in tutto l'arco della vita.22,2324,25 Per saperne di più leggi il nostro articolo sui vantaggi dell'allattamento al seno per i bambini. [LINK Vantaggi per i bambini]

L'allattamento brucia anche fino a 500 calorie al giorno, aiutandoti a perdere peso più velocemente dopo il parto.26 Inoltre, più a lungo allatti al seno minore è il tuo rischio di sviluppare tumori al seno, all'utero e alle ovaie, malattie cardiache e diabete di tipo 2.27,28,29,30,22 Per saperne di più leggi il nostro articolo sui vantaggi per le mamme dell'allattamento al seno.

Latte materno e latte in polvere a confronto: vantaggi pratici

L'allattamento al seno è solitamente più economico. Si stima che le famiglie che allattano esclusivamente al seno risparmino da 1.200 a 1.500 USD durante il primo anno di vita del proprio bambino.31

Inoltre, sebbene l'allattamento non possa impedire che il tuo bambino si svegli la notte, ti permette di risparmiare tempo durante le poppate notturne e vi aiuta entrambi a riprendere sonno più velocemente; quindi, potrai dormire 40-45 minuti in più per notte.32

In realtà, l'allattamento permette di risparmiare più tempo in generale, poiché non devi lavare, sanificare, bollire l'acqua e preparare le bottiglie di latte artificiale: il tuo latte è sempre pronto alla temperatura giusta.

Inoltre, gli alimenti che assumi conferisco sapore al tuo latte; in questo modo il tuo bambino può sperimentare nuovi gusti a ogni poppata e apprezzare una più ampia varietà di alimenti quando inizia a nutrirsi con cibi solidi.33 L'allattamento al seno potrebbe anche favorire un'alimentazione più sana: le ricerche mostrano che i bambini allattati al seno le cui mamme consumano regolarmente frutta e verdura adorano mangiare questi alimenti in misura maggiore rispetto ai bambini le cui mamme non lo fanno. Al contrario, il latte in polvere ha sempre lo stesso sapore e anche l'utilizzo di marche diverse non riesce a riprodurre i complessi sapori del tuo latte.34

Infine, hai considerato i benefici ambientali del latte materno? Senza allevamenti intensivi, emissioni degli impianti, trasporto o imballaggio del latte, l'allattamento al seno è migliore per il pianeta, nonché per te e per il tuo bambino.

Per ulteriori informazioni sul contenuto del latte materno leggi il nostro ebook gratuito La straordinaria scienza del latte materno.

Bibliografia

1 Cribb VL et al. Contribution of inappropriate complementary foods to the salt intake of 8-month-old infants. Eur J Clin Nutr. 2012;66(1):104.

2 Lönnerdal B. Nutritional and physiologic significance of human milk proteins. Am J Clin Nutr. 2003;77(6):1537S-1543S.

3 Savino F et al. Breast milk hormones and their protective effect on obesity. Int J Pediatr Endocrinol. 2009;2009:327505.

4 Hassiotou F, Hartmann PE. At the Dawn of a New Discovery: The Potential of Breast Milk Stem Cells. Adv Nutr. 2014;5(6):770-778.

5 Hassiotou F et al. Maternal and infant infections stimulate a rapid leukocyte response in breastmilk. Clin Transl Immunology. 2013;2(4):e3.

6 Pannaraj PS et al. Association Between Breast Milk Bacterial Communities and Establishment and Development of the Infant Gut Microbiome. JAMA Pediatr. 2017;171(7):647-654.

7 Bode L. Human milk oligosaccharides: every baby needs a sugar mama. Glycobiology. 2012;22(9):1147-1162.

8 Deoni SC et al. Breastfeeding and early white matter development: A cross-sectional study. Neuroimage. 2013;82:77-86.

9 Birch E et al. Breast-feeding and optimal visual development. J Pediatr Ophthalmol Strabismus. 1993;30(1):33-38.

10 Sánchez CL et al. The possible role of human milk nucleotides as sleep inducers. Nutr Neurosci. 2009;12(1):2-8.

11 Moukarzel S, Bode L. Human Milk Oligosaccharides and the Preterm Infant: A Journey in Sickness and in Health. Clin Perinatol. 2017;44(1):193-207.

12 Beck KL et al. Comparative Proteomics of Human and Macaque Milk Reveals Species-Specific Nutrition during Postnatal Development. J Proteome Res. 2015;14(5):2143-2157.

13 Michaelsen KF, Greer FR. Protein needs early in life and long-term health. Am J Clin Nutr. 2014;99(3):718S-722S.

14 Howie PW et al. Positive effect of breastfeeding against infection. BMJ.1990;300(6716):11-16.

15 Duijts L et al. Prolonged and exclusive breastfeeding reduces the risk of infectious diseases in infancy. Pediatrics, 2010;126(1):e18-25.

16 Ladomenou F et al. Protective effect of exclusive breastfeeding against infections during infancy: a prospective study. Arch Dis Child. 2010;95(12):1004-1008.

17 Vennemann MM et al. Does breastfeeding reduce the risk of sudden infant death syndrome?. Pediatrics. 2009;123(3):e406-e410.

18 Straub N et al. Economic impact of breast-feeding-associated improvements of childhood cognitive development, based on data from the ALSPAC. Br J Nutr. 2016;1-6.

19 Heikkilä K et al. Breast feeding and child behaviour in the Millennium Cohort Study. Arch Dis Child. 2011;96(7):635-642.

20 Singhal A et al. Infant nutrition and stereoacuity at age 4–6 y. Am J Clin Nutr, 2007;85(1):152-159.

21 Peres KG et al. Effect of breastfeeding on malocclusions: a systematic review and meta‐analysis. Acta Paediatr. 2015;104(467):54-61.

22 Horta B et al. Long‐term consequences of breastfeeding on cholesterol, obesity, systolic blood pressure and type 2 diabetes: a systematic review and meta‐analysis. Acta Paediatr. 2015;104(467):30-37.

23 Lund-Blix NA. Infant feeding in relation to islet autoimmunity and type 1 diabetes in genetically susceptible children: the MIDIA Study. Diabetes Care. 2015;38(2):257-263.

24 Amitay EL, Keinan-Boker L. Breastfeeding and Childhood Leukemia Incidence: A Meta-analysis and Systematic Review. JAMA Pediatr. 2015;169(6):e151025

25 Bener A et al. Does prolonged breastfeeding reduce the risk for childhood leukemia and lymphomas? Minerva Pediatr. 2008;60(2):155-161.

26 Dewey KG. Energy and protein requirements during lactation. Annu Rev Nutr. 1997;17:19-36.

27 Victoria CG et al. Breastfeeding in the 21st century: epidemiology, mechanisms, and lifelong effect. Lancet. 2016;387(10017):475-490.

28 Jordan SJ et al. Breastfeeding and Endometrial Cancer Risk: An Analysis From the Epidemiology of Endometrial Cancer Consortium. Obstet Gynecol. 2017;129(6):1059-1067.

29 Li DP et al. Breastfeeding and ovarian cancer risk: a systematic review and meta-analysis of 40 epidemiological studies. Asian Pac J Cancer Prev. 2014;15(12):4829-4837.

30 Peters SAE et al. Breastfeeding and the Risk of Maternal Cardiovascular Disease: A Prospective Study of 300 000 Chinese Women. J Am Heart Assoc. 2017;6(6).

31 U.S. Department of Health & Human Services [Internet]. Surgeon General Breastfeeding factsheet; 2011 Jan 20 [cited 2018 Apr 04].

32 Doan T et al. Breast-feeding increases sleep duration of new parents. J Perinat Neonatal Nurs. 2007;21(3):200-206.

33 Menella JA et al. Prenatal and postnatal flavor learning by human infants. Pediatrics. 2001;107(6):E88.

34 Forestell CA, Mennella JA. Early determinants of fruit and vegetable acceptance. Pediatrics. 2007;120(6):1247-1254.